È come fare gol all'ultimo minuto

Come regalare, con un solo gesto, una vittoria importante a migliaia di tifosi. "Le sedute di radioterapia grazie a voi sono passate con più leggerezza e meno stress". Se non è una medaglia da appendersi orgogliosi al petto questa, di medaglie allora non ne esistono A parlare è la mamma del piccolo Riccardo. Che - lontano da casa - ha vissuto momenti molto pesanti al Gemelli. Momenti che la "Lolloterapia" ha saputo rendere più accettabili e in alcuni casi anche leggeri e senza stress. Inoltre, siamo riusciti anche a riunire la famiglia. La sorellina di Riccardo doveva rimanere a casa per la scuola. Grazie al nostro intervento (li abbiamo ospitati in albergo), Marta (otto anni) ha potuto frequentare la scuola in dad stando vicina al fratellino. Con somma felicità non solo sua ma del piccolo e dei suoi genitori. Ecco il traguardo più bello: vedere il sorriso di una famiglia nuovamente riunita Non c'è soddisfazione più grande per noi: proprio un gran bel gol. Lollo nel cuore



Blog

Post in evidenza
Archivio
      • Grey Facebook Icon