L'empatia nei confronti di chi soffre.

I dottori di domani stanno imparando non soltanto come curare ma anche come coltivare due doti essenziali dell'uomo prima che del medico: l'empatia e la solidarietà nei confronti di chi soffre. Ne è prova lampante l'affetto e la disponibilità con cui i ragazzi che studiano alla Cattolica di Roma ci stanno sostenendo nella nostra raccolta fondi con le uova solidali. Tra questi vogliamo segnalare il gesto di Gaze Al Omar (nella foto insieme alla sua amica, collega Giulia Benintende) che ha voluto regalare cinque uova ai bambini dei nostri reparti. Nel suo Paese (l'Irak), ha spiegato, non c'è questa tradizione pasquale di scambio delle uova. Però ha trovato così simpatica e importante la nostra iniziativa che ha voluto fare la sua parte. Un gesto di fratellanza bellissimo (Gaze è musulmano ma ha voluto partecipare alla nostra festa religiosa con questo dono) che ci fa ben sperare. Quando il Covid sarà soltanto un ricordo, resteranno questi gesti di solidarietà ed empatia come mattoni di una bellissima casa fatta di solidarietà e amore. Grazie a tutti e Buona Pasqua Lollo nel cuore



Blog

Post in evidenza
Archivio
  • Grey Facebook Icon